Le possibilità della stampa 3D sono molteplici. La stampa 3D può essere una valida alternativa allo stampaggio a iniezione.

Per quantità maggiori, spesso si pone la domanda: quale processo è più adatto al mio progetto? È lo stampaggio a iniezione o la tecnologia di stampa 3D può produrre anche grandi quantità di componenti in modo economico? Ottenere maggiori informazioni su questo argomento di grande rilevanza - che dovrebbe darvi l'opportunità di soppesare i vantaggi e gli svantaggi. e gli svantaggi.



Quali sono le principali differenze tra le due procedure?

Una delle maggiori differenze è che per lo stampaggio a iniezione è necessario produrre prima uno stampo negativo. Questo spesso associato a costi elevati. La stampa 3D, invece, non richiede uno stampo negativo, per cui questo fattore di costo non si applica. I prezzi unitari per lo stampaggio a iniezione sono generalmente molto bassi. Tuttavia, se si tiene conto dei costi dello stampo negativo, il prezzo unitario finisce per aumentare.



E la sostenibilità dei due processi?

Lo stampaggio a iniezione e la stampa 3D richiedono molta elettricità. A differenza della stampa 3D, lo stampaggio a iniezione richiede l'uso di sostanze chimiche aggiuntive, come refrigeranti e oli. Non è questo il caso della stampa 3D: viene stampata solo la quantità di materiale necessaria. A seconda della geometria del componente, potrebbe essere necessario stampare delle strutture di supporto. Tuttavia, queste possono essere inserite nel processo di riciclaggio. La produzione di stampi a iniezione richiede motori elettrici ad alto consumo energetico, mentre le stampanti 3D consumano pochissima elettricità.



Vantaggi e svantaggi dello stampaggio a iniezione

I vantaggi sono evidenti: una volta prodotto il costoso stampo negativo, si possono produrre quantità quasi illimitate in tempi brevissimi. Lo svantaggio, tuttavia, non deve essere ignorato: Non appena è necessario apportare anche la più piccola modifica al componente, è necessario produrre nuovamente lo stampo negativo corrispondente. di nuovo. Nella maggior parte dei casi, lo stampo negativo già prodotto non è più utilizzabile.



Vantaggi e svantaggi della stampa 3D

I vantaggi della stampa 3D sono che non sono necessari costi iniziali elevati (come la produzione di uno stampo negativo). Anche se deve essere realizzata in tempi brevi, la stampa 3D è sicuramente la scelta giusta: anche il tempo necessario per creare lo stampo negativo deve essere preso in considerazione nella decisione. Alcuni componenti non possono essere prodotti con lo stampaggio a iniezione a causa della loro geometria complessa, per cui la stampa 3D ha un chiaro vantaggio in questo caso. La stampa 3D è svantaggiosa se si ha bisogno di componenti in grandi quantità per un lungo periodo di tempo e se questi non vengono cambiati mai o molto raramente. Al giorno d'oggi, tuttavia, è possibile produrre diverse centinaia o migliaia di pezzi in modo economico con la stampa 3D.



Parti stampate ad iniezione

Non perdetevi più nulla. Inviamo una newsletter una volta al mese.

* Campo obbligatorio